11-12 Giugno 2016 XXVII stage nazionale di Aikido Atago alla “Corpo Libero” di Ronchi dei Legionari

Il prossimo 11 e 12 Giugno il centro sportivo “Corpo libero” di Ronchi dei Legionari ospiterà il 27° stage nazionale di Aikido dell’associazione “ATAGO”. Sotto la guida del Maestro Giorgio Oscari, “soke” e cioè fondatore dello stile di ATAGO, confluiranno da tutto il Paese decine di praticanti con lo scopo di progredire nella conoscenza dell’Aikido e per gli esami di progressione nei vari gradi di Cintura Nera.

L’Aikido è stato sviluppato negli anni ’40 in Giappone dal Maestro Morihai Ureshiba (“Osensei” cioè “Grande Maestro”) come evoluzione dell’Aiki-Jutsu e dello Ju-Jutsu, arti marziali tradizionali risalenti al Medioevo giapponese.

Le tecniche si basano sulla spada giapponese ed impiegano “boken” e “jo” (spada e bastone in legno) per correggere la postura e l’impostazione dei movimenti. Esse sono applicate nel combattimento a corpo libero (“tai-justu”), in cui l’aikidoka agisce contro attacchi a mani nude o armati, nel corso dei quali prima sbilancia gli avversari (uno o più) e poi vi applica bloccaggio o proiezione.

Gli esercizi di Aikido risultano particolarmente spettacolari, molto dinamici e fluidi, ricchi di grazia ed armonia: non è raro osservare persone minute od anziane proiettare ed atterrare acrobaticamente avversari robusti con movimenti ampi e veloci.

Quindi un’arte marziale di tipo reattivo, basata sul contrattacco e puramente difensiva. Tale impostazione deriva dalla filosofia che Osensei ha applicato basandosi sui principi shintoisti di armonia e buddisti di “non reazione”. L’aikidoka ricerca attraverso la pratica non lo scontro o l’opposizione, ma l’unione col suo avversario, l’assunzione del suo punto di vista, nel raggiungimento dello scopo ultimo descritto dal nome stesso: “Aikido” significa “la via dell’armonia”.

Chi è interessato all’osservazione e meglio ancora alla pratica dell’Aikido potrà presentarsi alla palestra in vista di questo importante appuntamento.

 

Ronchi del Legionari, 26.05.2016